Cenni storici

Simboli del Comune di Camairago

Stemma « Fasciato di azzurro e di rosso di quattro pezzi, la prima e la terza fascia all’anguilla ondeggiante in fascia, d’argento; al capo d’oro, caricato dall’aquila di nero, coronata con corona all’antica di tre punte d’oro. Ornamenti esteriori da Comune. »

Gonfalone « Drappo troncato di rosso e di giallo, riccamente ornato da ricami d’argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento. »

Il Santuario della Madonna della Fontana

Il santuario è situato su una piccola altura nei pressi di un’ansa dell’Adda. Già nel XIII secolo, più precisamente prima del 1261, si hanno notizie di una chiesa in questa località, bagnata dall’Adda.
La tradizione vuole che, a causa delle inondazioni del fiume, il luogo fosse molto pericoloso; i pescatori e i barcaioli locali, sempre devoti alla Madonna, decisero, nel XIII secolo, di costruirvi una piccola cappella, nei pressi della quale c’era una fonte di acqua sorgiva, ritenuta miracolosa, benedetta da san Carlo Borromeo.
Nel secolo scorso il santuario era meta di folti pellegrinaggi. Oggi viene utilizzato per occasionali celebrazioni liturgiche.